Varanasi 2015

Share

varanasi2015Namaste!

Finalmente un po' di tempo per scrivere... In molti mi hanno chiesto cosa faccio tutto il giorno in India... La risposta è molto semplice: "nulla". Ma questo nulla mi riempie le giornate dalla mattina alla sera. Fare nulla non vuol dire starmene a girare i pollici tutto il giorno, bensì cominciare a camminare e lasciarmi sorprendere da tutto quello che l'India può offrirmi.

Il miglior posto per "non fare nulla" è Varanasi (vedi post del mio viaggio nel 2013).

Alloggio nella stessa guest house. Non è un hotel a 5 stelle ma offre tutti i confort basilari, compresa una meravigliosa vista sulla riva del Gange (per chi fosse interessato, si tratta della Shiva International Lodge, accanto al Kedar Gath).

Le mie giornate iniziano al sorgere del sole con un ottimo chai. Dai gradini dei Ghats osservo la vita risvegliarsi: i bambini che arrivano ancora assonnati muniti di aquiloni, uomini e donne che si lavano nelle acque del fiume sacro prima di lavare i vestiti e addornare la riva del fiume con magliette, pantaloni, lenzuola e quant'altro creando una magnifica armonia di colori. I barbieri sono sempre all'opera come pure i costruttori di barche che, giorno dopo giorno, pezzo dopo pezzo, creano delle opere d'arte partendo da piccoli pezzi di legno. Tra un Puja (preghiera) e l'altro, la gente si ferma a bere un chai e a chiacchierare. Davanti ai miei occhi si trova tutto il cerchio della vita, dai bambini che muovono i primi passi fino ai "lontani" burning ghats dove la vita terrena lascia il posto alla vita spirituale.

Tutto si muove ad un ritmo molto lento, determinato dal sole e scandito dalle pause chai; momenti importanti durante i quali la gente si incontra, scambia qualche parola e si ristora prima di riprendere la quotidianità. Spesso accade di incontrare qualcuno durante le mie passeggiate e terminare con delle lunghe chiacchierate attorno ad una tazza di the.

Malgrado la notte rimane "fredda", durante il giorno la temperatura aumenta considerevolmente. Durante le ore più calde non c'è nulla di meglio che rifugiarsi nelle viuzze interne ricche di negozi e riparate dal sole. Decido di fare shopping e comperare qualche vestito comodo e leggero. I prezzi variano in funzione dei negozi e la qualità.... Uhm.... A seconda di chi vende il prodotto. In ogni caso la prima regola dei viaggi in India rimane valida: troverai lo stesso prodotto meno caro nel negozio accanto. Inutile perdere la testa per 10 rupie di differenza.

Sulle rive del Gange ho passato una settimana senza pensieri, lasciandomi sorprendere giorno dopo giorno da incontri e situazioni. Un luogo ideale per ricaricare le batterie!

 

Share